Smontare il mito del digiuno pulito e sporco: tutto ciò che devi sapere

digiuno-pulito-vs-sporco

Il digiuno intermittente è diventato un metodo popolare per la perdita di peso e il miglioramento generale della salute, con molte variazioni e approcci diversi. Tuttavia, non tutti i metodi di digiuno sono creati uguali.

In questo post sul blog, definiremo i due principali tipi di digiuno intermittente – il digiuno pulito e il digiuno sporco – smonteremo alcuni miti comuni e ti mostreremo perché il digiuno pulito è l’approccio superiore in termini di salute e perdita di peso.

 

Cos’è il digiuno pulito?

Il digiuno pulito è un tipo di digiuno in cui segui un protocollo di digiuno intermittente e limiti l’assunzione di qualsiasi caloria durante il tuo digiuno, consumando solo acqua (frizzante), caffè nero e tè alle erbe naturale (senza additivi come latte, zucchero, dolcificanti o simili). L’idea è quella di dare al tuo corpo una pausa completa durante il periodo di digiuno che attiva una serie di processi fisici benefici per la nostra salute.

Quando pratichiamo il digiuno pulito, i nostri corpi passano dal bruciare il glucosio (zucchero) a bruciare i grassi. Questo stato metabolico è chiamato chetosi e può verificarsi solo quando le riserve di glucosio del corpo vengono svuotate con l’aiuto di pause alimentari sufficientemente lunghe.

Oltre alla chetosi, il digiuno attiva anche un processo fisico chiamato [autofagia](https://www.instagram.com/p/CgZjgj4MKX3/), che significa “mangiare se stessi”. Durante lunghi periodi di digiuno (16 ore o più), le nostre cellule iniziano a utilizzare componenti danneggiati per produrre energia, che è un processo sano che può aiutare a evitare il rischio di varie malattie, migliorare la salute mentale e l’immunità complessiva del corpo.

A volte si trova l’informazione che il digiuno pulito deve essere privo di calorie. Il caffè nero e il tè alle erbe contengono circa cinque calorie per tazza e quantità minime di carboidrati, grassi, proteine e minerali. Tuttavia, queste quantità di calorie e nutrienti sono considerate troppo piccole per innescare una risposta insulinica e disturbare il “interruttore metabolico” del corpo dal bruciare i carboidrati a bruciare i grassi come combustibile.

Tuttavia, se vuoi essere sul sicuro con la tua routine di digiuno pulito, assicurati di non bere più di 2 tazze di caffè o tè durante il tuo periodo di digiuno e attieniti all’acqua per il resto del tempo.

 

Cos’è il digiuno sporco?

Il digiuno sporco è una forma meno restrittiva di digiuno che ti consente di consumare cibi o bevande sotto le 50 calorie durante il tuo periodo di digiuno. Avere, ad esempio, latte o panna nel caffè, brodo di ossa, acqua aromatizzata, gomme da masticare o bibite dietetiche durante la tua finestra di digiuno, è considerato digiuno sporco.

Anche se alcuni praticanti del digiuno sporco sostengono che consumare meno di 50 calorie non interromperà il tuo digiuno, non puoi fare affidamento su di esso per rimanere in chetosi e nella fase di autofagia, poiché c’è un alto rischio che il consumo possa innescare una risposta insulinica. Inoltre, la ricerca indica che anche le bevande senza calorie contenenti dolcificanti artificiali possono causare un rilascio di insulina.

Potresti aver letto su internet che gli edulcoranti non interromperanno il tuo digiuno. Tuttavia, l’effetto degli edulcoranti artificiali sui livelli di zucchero nel sangue è oggetto di ricerche in corso e non è ancora del tutto chiaro.

Alcuni studi suggeriscono che certi edulcoranti, come l’aspartame e lo stevia, potrebbero non stimolare la secrezione insulinica, mentre altri, come il sucralosio e la saccarina, potrebbero avere un effetto sui livelli di insulina.

È importante notare che le risposte individuali agli edulcoranti artificiali possono variare. Alcune persone possono sperimentare un aumento della secrezione di insulina dopo aver consumato edulcoranti artificiali, mentre altre no.

 

Perché il digiuno pulito batte il digiuno sporco su tutti i fronti

Il digiuno pulito può sembrare intimidatorio all’inizio, ma è un approccio diretto. Non si tratta di capovolgere completamente la tua vita. Si tratta solo di seguire il tuo digiuno nel modo

giusto.

Il digiuno pulito è generalmente considerato più efficace del digiuno sporco. Ti aiuta a raggiungere la chetosi, che favorisce la perdita di peso e di grasso, e ti sostiene nel regolare la glicemia e la sensibilità insulinica.

Inoltre, aumenta i processi di pulizia e riparazione cellulare che possono rallentare i processi di invecchiamento e ridurre l’infiammazione. I giusti tempi di pausa dal mangiare migliorano anche la nostra salute digestiva, la guarigione fisica, la chiarezza mentale, il sonno e la pelle.

Per metterla in breve: Praticando il digiuno pulito beneficerai su molti livelli, fisicamente o mentalmente.

E se stai lottando con la perdita di peso, il digiuno pulito potrebbe essere il cambiamento definitivo, poiché dà una spinta aggiuntiva alla perdita di grasso.

Il digiuno sporco, d’altra parte, potrebbe sembrare più facile da seguire e potrebbe portarti risultati in termini di perdita di peso ma in modo meno efficace. Questo è dovuto al fatto che la chetosi non viene innescata durante il digiuno sporco, quindi non c’è nemmeno un aumento della combustione dei grassi. A rigor di termini, il digiuno sporco non può essere considerato un vero digiuno, poiché lo stato di digiuno viene interrotto attraverso il rilascio di insulina.

Inoltre, i picchi di insulina impediscono l’autofagia, possono causare affaticamento e sbalzi d’umore e possono persino portare a voglie e abbuffate durante i tuoi periodi di alimentazione, annullando i tuoi risultati di digiuno.

E guardalo da quel punto di vista: Avere un po’ di latte nel caffè o una tazza di brodo di ossa non faciliterà drasticamente il rispetto del tuo periodo di digiuno, ma ti escluderà da effetti incredibilmente grandi, non permettendoti di cogliere tutti i benefici del digiuno. Davvero un peccato, vero?

 

Digiuno pulito vs. digiuno sporco: la conclusione

Come avrai notato, adottiamo una posizione piuttosto chiara quando si tratta di digiuno pulito e sporco.

A nostro avviso, il digiuno pulito è lo strumento definitivo per portare la tua salute e il tuo benessere al livello successivo. Perciò, ti invitiamo ad essere aperto a qualcosa di nuovo, un po’ di disciplina e cambiamento.

Durante il tuo periodo di digiuno, puoi scegliere tra acqua, tè e caffè nero. Questa regola semplice ma efficace può fare tutta la differenza ed è stata il cambiamento radicale per molti BodyFaster.

Se non sei ancora convinto, prova il digiuno pulito per due settimane. Un po’ di disciplina ti aiuterà a farlo facilmente. Sarai grato di aver fatto questo passo, e siamo sicuri che non te ne pentirai. Prova il digiuno pulito oggi stesso e vivi il cambiamento definitivo nel tuo percorso di digiuno intermittente.

 

Nell’app BodyFast troverai il piano di digiuno ottimale per te, ricette deliziose su misura per il tuo stile di vita a digiuno, compiti settimanali di supporto, coachings giornalieri e altro ancora.

scaricamento_gratuito_BodyFast_app

7 commenti su “Smontare il mito del digiuno pulito e sporco: tutto ciò che devi sapere

  1. Aileen St John Rispondi

    Can you drink a herbal tea during fasting periods for it to be considered clean fasting ? Thank you

    • Christian Mall Rispondi

      Hi Aileen, yes, as long as you don’t add any additives, you can drink herbal tea during your fasting period and it’s considered as clean fasting. You can also check out the following Instagram post to get some more info: https://www.instagram.com/p/CnX-swKr5Av/. Happy BodyFasting! 😊

  2. Darice Hawkins Rispondi

    I Have lost > 30 over in a year doing 24 hrs fast 3x a week., but now I am stalled for several months. i do have have one cup of coffee with milk and splenda on fast days. Do you think doing a clear fast on those 3 days (black Coffee) might help me break the stall and lose my remaining 15 pounds?

    • Valerie Dratwa Rispondi

      Hello Darice,
      Firstly, congratulations on losing over 30 pounds in a year! That’s a significant achievement and demonstrates your dedication to your health and wellness. However, it’s not uncommon to experience a plateau after an initial period of weight loss. Our bodies can adapt to certain routines, and this might be why you’re finding it difficult to shed those last 15 pounds.To potentially break through your weight loss stall, we suggest trying a clear fast on your designated fasting days. This means avoiding any caloric intake during those fasting periods, including the milk and Splenda in your coffee. Give this approach a few weeks and closely monitor your progress. Remember to stay hydrated and consult a healthcare professional if needed. Stay committed and don’t hesitate to reach out for further support.:)

  3. Kerry D Montgomery Rispondi

    I am confused by the coffee/ water/ herbal tea references. I wonder why regular tea is not included. I drink black tea and green tea and sometimes even white tea but I prefer tea not herbal infusions. Can you explain why regular tea is not included?

  4. Dalia Rispondi

    Is having water with lemon considered dirty fasting? I have few slices of lemon in my water to help curb cravings.

    • Lara Rispondi

      Hello Dalia,

      You can add slices of lemon or other fruit to your water. Please note that you shouldn’t squeeze the lemon out. ☺️

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *